Ultima modifica:
27-10-2021

Progetto di mine di litio a fossa aperta tansim, Canada

Sul territorio non incastrato della First Nation di Long Point, il progetto fa parte dell'obiettivo più ampio di creare un "polo al litio" in Abitibi-Témiscamingue e in Nord-du-Québec. La prima nazione chiese ufficialmente al governo di sospendere il progetto.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale), Francese

Descrizione:

Il progetto di miniera di litio a fossa aperta Tansim si trova sul territorio ancestrale non incrociato della comunità di Long Point First Nation (LPFN) della prima nazione di Anicinabe, che conta oltre 800 membri. Questo territorio è incluso nel comune di Moffet a Témiscamingue, nella provincia del Quebec, in Canada [1].

di proprietà della società australiana Junior Sayona Mining, questa Il progetto fa parte dell'obiettivo più ampio della creazione di un "polo al litio" in Abitibi-Témiscamingue e nel Nord-Du-Québec, che riunirebbe diversi progetti di mining di litio, tra cui il litio nordamericano a La Corne, Authier Lithium a La Motte e Moblan Mine, a nord di Chibougamau [2].

Il sito del progetto Tansim include 350 reclami che coprono più di 20.250 ettari lungo la sponda nord del lago Simard. Geograficamente, queste affermazioni si sovrappongono su entrambi i lati del fiume Ottawa, il principale affluente del fiume St. Lawrence [3], con diverse affermazioni tra cui zone umide sensibili e corsi d'acqua [4]. Anche mentre gratta la superficie del progetto Tansim una serie di rischi significativi di impatti sull'acqua emergono.

La posizione delle richieste di mining coincide con un territorio pesantemente occupato da membri di LPFN, su cui esercitano i loro diritti ancestrali come caccia, pesca e raccolta di piante medicinali.

affrontato da un'imminente campagna di perforazione mineraria in programma per l'estate Del 2021, il Consiglio LPFN chiese ufficialmente al governo del Quebec il 12 maggio 2021 di sospendere immediatamente i diritti di estrazione della compagnia mineraria mineraria di Sayona sul suo territorio ancestrale. LPFN inoltre ha invitato il governo a intervenire consultandoli separatamente dalla società mineraria [4]. Il consiglio di amministrazione LPFN ritiene che "i progetti di perforazione di esplorazione minerale abbiano probabilmente un grave effetto dannoso sul territorio della prima nazione e sui diritti ancestrali dei suoi membri" [4]. La comunità basa la sua scoperta su un documento dell'azienda datata 21 aprile 2021 indicando espressamente che la costa, la costa, la pianura alluvionale, le paludi, le paludi, gli stagni e le torbiere sono tutte zone umide e corpi idrici che sarebbero interessati se le attività di mining previste vedessero Il giorno [4].

Nell'agosto 2021, la miniera NAL situata a La Corne ad Abitibi fu acquisita dallo stesso promotore della miniera di Tansim. In seguito, Sayona Mining ha indicato che vuole esportare il minerale estratto dal sito del progetto Tansim allo stabilimento di Nal Mine per elaborarlo a una distanza di oltre 100 chilometri dal suo luogo di origine. Questo approccio solleva importanti questioni ambientali associate al trasporto di minerali, al rumore, alla polvere e al riempimento della fossa.

Il mining di Sayona utilizza il discorso della lotta contro i cambiamenti climatici per promuovere il progetto, Come mostrato da questa affermazione di Guy Laliberté, CEO di Sayona Quebec: “Avremo un contributo importante alla lotta contro i cambiamenti climatici. Anche questa è una scelta che deve essere considerata. Faremo meno veicoli a benzina, più batterie elettriche. Nel complesso, è un gesto per l'ambiente. Dobbiamo vedere le conseguenze, certamente, non è trascurabile, ma anche i vantaggi sono lì ”[7].

martedì 4 maggio 2021, LPFN Il consiglio di amministrazione ha tenuto una sessione informativa per i suoi membri che si occupano specificamente del progetto di Sayona Mining Company [4]. Nonostante i vincoli di salute, l'evento ha suscitato un grande interesse e una buona partecipazione dai membri [4]. Due ore e mezza, la stragrande maggioranza degli interventi ha sollevato diverse preoccupazioni per il progetto [4]. Una petizione contro il progetto Tansim che è stato lanciato nel maggio 2021 da un membro della comunità LPFN aveva ricevuto oltre 22.000 firme entro l'8 ottobre 2021 [5].

per Il leader della comunità LPFN Steeve Mathias, l'industria e il governo dovrebbero dimostrare che non vi è alcun impatto sul nostro stile di vita tradizionale "e la prima nazione richiederebbe uno studio indipendente per valutare il danno potenziale" [6]. "Lo sfruttamento di sfruttamento Per convincere i minerali a produrre quelle batterie al litio, quanto sarà dannoso per l'ambiente? "Disse." Siamo disposti a sacrificarlo solo per motivi di auto elettriche? Non sono sicuro che sia la cosa giusta da fare "[6].

Steeve Mathias ha anche denunciato il fatto che, nelle sue comunicazioni, Sayona Mining afferma che sono in corso discussioni con la comunità per raggiungere un accordo per il progetto. Per il momento, invece, la società ha inviato solo un'offerta di accordo alla prima nazione a Long Point nel febbraio 2021. Tuttavia, il Consiglio della Band richiede una consultazione con la comunità prima di raggiungere un accordo. “Non va bene per loro fare annunci e dire che tutto va bene e poi eravamo sul punto di fare un accordo. È vero che hanno inviato un'offerta di un accordo al direttore delle risorse naturali nel febbraio 2021, ma per il consiglio è sullo scaffale. Non ci siamo mai preoccupati nemmeno di sederci e analizzare questa proposta ”: Steeve Mathias, capo della prima nazione di Long Point [7]. La prima nazione a lungo punto insiste anche sul fatto che non vogliono essere sacrificati e che il loro stile di vita non ha prezzo: “Il nostro modo di vivere non è in vendita, indipendentemente da quanti soldi offrivano. Naturalmente, questo non è il tipo di sacrificio che la comunità è pronta a fare ”[7].

Informazioni di base
Nome del conflittoProgetto di mine di litio a fossa aperta tansim, Canada
NazioneCanada
Città e regioneTémiscamingue, Québec
Localizzazione del conflittoComune di Moffet
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEstrazione mineraria e cave
Tipo di confitto. Secondo livelloAccesso all'acqua e modelli di gestione
Gestione delle zone costiere e umide
Deforestazione
Esplorazione ed estrazione di minerali
Scarti / rifiuti da attività minerarie
Inquinamento legato al trasporto (sversamento, polveri, emissioni)
RisorseLitio
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Situato a 82 chilometri a sud -ovest del progetto Authier di Sayona, Tansim ospita Pegmatites presso il Viau e le prospettive del Viau -Dallaire che sono state identificate per la prima volta negli anni '50. Questi depositi sono rimasti poco esplorati fino al coinvolgimento di Sayona nel progetto nel gennaio 2018. Da allora, Sayona ha consolidato e ampliato le affermazioni del progetto in modo che ora rappresentino il più grande mandato contiguo che qualsiasi azienda abbia mai assemblato nell'area: include 350 affermazioni che coprono più di 20.250 ettari lungo la sponda nord del lago Simar [3] [8].

Vedi altro
Area del progetto20.250
Livello degli investimenti:N / A
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:800 (Community of Long Point First Nation of the Anishinabe People)
Data di inizio del conflitto:12/05/2021
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Sayona Mining Limited from Australia - Mother company
Sayona Québec inc. from Canada - Subsidiary company
Attori governativi rilevanti:Ministère de l'ambranement et de la Lutte Contra Contres Climatiques (MELCC)
Ministère de l'énergie et des Ressources Naturelles (Mern)
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Conseil de Long Point First Nation
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Community of Long Point First Nation of the Anishinabe People
Forme di mobilitazione:Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Impatti del progetto
Impatti ambientaliPotenziale: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Riscaldamento globale, Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Erosione, Fuoriuscite di petrolio, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali
Impatti socio-economiciPotenziale: Sgomberi/sfollamenti, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Specifici impatti sulle donne, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoPianificato (decisione di procedere assunta, es. approvazione VIA-AIA)
Risultato del conflitto/risposta:Negoziazione in corso
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Fonti e materiali

[1] Sayona Mining, Carte Tansim
[click to view]

[2] Sayona Mining, Communiqué de presse, 29 septembre 2021
[click to view]

[3] Gouvernement du Québec, Ministère de l’Énergie et des Ressources naturelles, GESTIM Plus : Gestion des titres miniers
[click to view]

[4] Long Point First Nation, Communiqué de presse, Exploration Minière de Sayona au Témiscamingue : Long Point First Nation Demande la Suspension Immédiate du Projet Tansim, 13 mai 2021
[click to view]

[5] Pétition Stop the Sayona Lithium Mine on Lac Simard
[click to view]

[6] CBC; Electric cars are booming. But what are the environmental costs of all those batteries?; 28 May 2021
[click to view]

[7] Radio Canada; La Première Nation de Long Point s’inquiète des possibles impacts du projet minier Tansim; 30 octobre 2021
[click to view]

[8] Sayona Mining; STUDY CONFIRMS TANSIM PROJECT’S HIGH LITHIUM POTENTIAL ; 18 march 2021
[click to view]

[9] Sayona Quebec; Projet Tansim
[click to view]

Mining Watch - 13 May 2021

Sayona Mining Exploration in Témiscamingue: Long Point First Nation Asks Government to Immediately Suspend the Tansim Project
[click to view]

Long Point First Nation Demande la Suspension Immédiate du Projet Tansim

Mardi 18 mai 2021
[click to view]

CBC Radio - Electric cars are booming. But what are the environmental costs of all those batteries?

May 28, 2021

The EV surge comes with environmental trade-offs, but some Canadian upstarts are doing things differently

Jennifer Van Evra
[click to view]

GM 60480

RAPPORT DE TRAVAUX, PROJET TANSIM
[click to view]

Financial Post - As lithium booms again, new players hope to avoid 'horror' show of predecessors

Gabriel Friedman

July 21, 2021
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Change.org petition - STOP THE SOYONA LITHIUM MINE ON LAC SIMARD - LONG POINT FIRST NATION
[click to view]

Meta informazioni
Ultima modifica27/10/2021
ID del conflitto:5681
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.